Barolo DOCG Gattera

Dominato dal famoso cedro del Libano, il Gattera è una Menzione Geografica del Barolo che prende il nome dall’omonima cascina che domina l’area. Ubicato al confine tra i comuni di La Morra e Castiglione Falletto, ha un andamento piuttosto articolato con versanti che salgono dalla provinciale per Barolo verso la frazione Annunziata, in un arco collinare che va da sud-ovest e sud-est verso nord-est. I suoli tortoniani di La Morra (argille, sabbia e calcare) incontrano gli elveziani di Castiglione (marne brune molto compatte). Qui coltiviamo circa un ettaro in posizione sud-ovest: una vigna ben esposta che regala un Barolo maturo, speziato, caldo e intenso..

 

Vitigno:  100% Nebbiolo

Anno di impianto: primi anni ‘50.

Tipo di allevamento: guyot

Vinificazione: macerazione con le bucce in rotofermentatori a temperatura controllata per 8 giorni circa, poi si svina e si conclude la fermentazione alcolica in inox (20 giorni circa) dove, mantenendo la temperatura contollata, svolge anche la fermentazione malolattica. Successivamente, verso dicembre, il vino viene messo in piccole botti di rovere, 40% nuove e 60% di secondo passaggio, dove rimane ad affinarsi per un totale di 24 mesi. Dopo essere stato decantato in inox il vino può essere imbottigliato senza filtrazioni o chiarifiche.

Colore:  rubino tenue con leggere note granato.

Profumo: etereo con note di spezie dolci molto personalizzate che ben si combinano con sentori fruttati e floreali.

Sapore: caldo, leggermente balsamico con note delicatamente tanniche e buon equilibirio alcoolico. Corpo ben strutturato e generoso, tannini dolci e salivanti. L’eccellente esposizione con grande energia termica caratterizza in modo determinante questo vino.

Temperatura di servizio: 16°-18°. È piacevole apprezzarne la freschezza iniziale e sperimentare l’evoluzione degli aromi man mano che il vino si scalda nel bicchiere.

Evoluzione: vino pronto per il consumo dal momento della commercializzazione e puo evolvere qualitativamente per oltre 20 anni..

Bottiglie prodotte: 6.000 circa