La cantina

La diatriba tra «tradizionalisti» e «modernisti» oggi è superata. Ma ci ha insegnato a confrontarci, a metterci in discussione, a lavorare senza sosta per valorizzare i nostri vini. L’avventura dei Barolo Boys e le loro rivoluzioni ci ha insegnato che era possibile fare un vino diverso. A loro va il merito di aver pensato e agito controcorrente.

Crediamo nell'innovazione, ma non quando significa manipolazione o forzatura, piuttosto equilibrio, in ogni processo o lavorazione di cantina. Crediamo in vini sinceri, dove la giusta estrazione di profumi e aromi si accompagna al rispetto della tipicità del vitigno e del vigneto d’origine. In cantina non utilizziamo alcun prodotto chimico o migliorativo del vino. Pulizia, tempestività, cura ed esperienza: sono queste le nostre garanzie di qualità.

Estrazione controllata
Prediligiamo macerazioni brevi e controllate attraverso l’utilizzo di rotomaceratori di nuova generazione, mai aggressivi e sempre attentamente dosati. Una buona estrazione concede ai nostri vini un corpo strutturato e complesso, meno aggressivo grazie ad una ridotta carica tannica. Evitiamo tuttavia le iperconcentrazioni o le forzature, cercando sempre il massimo rispetto della varietà.

Lieviti indigeni
Durante la fermentazione alcolica non inoculiamo lieviti selezionati, ma utilizziamo un pied de cuvecon lieviti autoctoni, quelli cioè che si sono naturalmente sviluppati in vigna.

Selezione dei legni
Utilizziamo solo legni piccoli di rovere francese, selezionati con attenzione. Il legno non deve mai sopraffare il vino, ma completarlo, aiutarlo a raggiungere la sua naturale eleganza e il suo perfetto equilibrio, preservandone pulizia e freschezza.

Solforosa sotto controllo
Al nostro vino non aggiungiamo nulla, se non piccole dosi di solforosa per garantire sanità, sicurezza e qualità de prodotto. Lavoriamo molto sulla pulizia della cantina e sulla tempestività dei travasi: questo ci permette di mantenere i livelli dei solfiti molto bassi, ben al di sotto delle norme di legge.

A noi piacciono vini profumati e fruttati, puliti all’olfatto, al gusto, sempre equilibrati e rispettosi della propria tipicità. E con «tipicità» intendiamo vini di territorio, non difetti mascherati da caratteristiche «tipiche».